PROGETTO “VALORIAZZAZIONE SCARTI DI BIOMASSE PER LA FILIERA AGROALIMENTARE”

Sicer ha depositato un Brevetto Internazionale

 

Sicer presenta il Progetto “Valorizzazione e trasformazione degli scarti di biomasse in prodotti destinati alla filiera agroalimentare”.

L’iniziativa, finanziata dalla Regione Emilia-Romagna,  ha ottenuto eccellenti risultati e Sicer ha depositato un BREVETTO INTERNAZIONALE!

 

Sicer ha sviluppato un progetto di ricerca finanziato dalla regione Emilia Romagna dal titolo “Valorizzazione degli scarti di biomasse attraverso la loro conversione in matrici destinate alla filiera agroalimentare”.

La tecnologia sviluppata si basa su un processo di mix design e vetrificazione di ceneri di biomasse, integrate con materie prime inorganiche normalmente utilizzate per produrre fritte ceramiche.

Le ceneri di biomasse, che così come vengono generate non hanno nessun valore, sono state valorizzate trasformandole tramite soluzioni tecnologiche innovative in prodotti destinati alla filiera agroalimentare.

I residui di biomasse disponibili in Emilia Romagna dopo essere stati caratterizzati dal punto di vista chimico fisico sono stati rilavorati  prima a livello di laboratorio, poi tramite un impianto pilota per la preparazione di prodotti innovativi a struttura vetrosa.

Questo processo oltre ad essere sostenibile e versatile è anche economico, in quanto permette di ottenere sostanze che con un solo trattamento conferiscono un beneficio alle piante per tutto l’arco vegetativo.

I prodotti tradizionali attualmente usati in agricoltura a causa della loro alta solubilità penetrano facilmente nelle falde acquifere creando un potenziale rischio alla salute e all’ambiente; al contrario queste matrici vetrose grazie alla loro insolubilità permettono alle piante di assimilare i nutrienti solo al bisogno.

La sperimentazione è stata fatta su diverse piante ortive, erbacee ed arboree, ottenendo ottimi risultati su diverse patologie.

In particolare Sicer si è concentrata sullo sviluppo di 2 matrici:

1) Matrici in grado di combattere la clorosi ferrica su piante erbacee ed arboree.

Attualmente la clorosi ferrica viene debellata con i chelati di ferro, ma le matrici sviluppate con questo progetto hanno il vantaggio di essere più economiche e più ecologiche, rilasciando il ferro nel terreno circostante gradualmente e costantemente per un’ intera stagione vegetativa.

2) Matrici in grado di rilasciare elementi che hanno la proprietà di indurre resistenza per combattere le avversità biotiche (patogeni e fitofagi) su piante erbacee ed arboree.

Queste matrici vanno incontro  ad una agricoltura sostenibile (difesa integrata) incoraggiata anche dall’Unione Europea (direttiva 2009/128/CE) col fine di ridurre o al limite sostituire gli agrofarmaci.

 

Molte sono le sostanze chimiche di natura inorganica che possono indurre resistenza (silicati e zinco) e che sono in grado di proteggere le piante dagli attacchi di patogeni e fitofagi. Il fenomeno della resistenza indotta chimicamente presenta però lo svantaggio che la protezione è limitata nel tempo; l’induttore si degrada e viene facilmente dilavato, con la conseguente necessità di dover ripetere il trattamento con notevoli costi economici. Con la presente ricerca, Sicer ha superato questo cruciale problema utilizzando matrici che rilasciano gradatamente induttori inorganici di resistenza, quali silicio, zinco, fosforo che proteggono le piante per tutto l’arco vegetativo.

 

Grazie agli ottimi risultati ottenuti, che rivoluzioneranno il mondo dei fertilizzanti e dei fitofarmaci, oltre ad aumentare gli investimenti ed il livello occupazionale, Sicer ha depositato un

Brevetto Internazionale!

 

 

 

Visualizza il video realizzato per il concorso “IO INVESTO QUI” , clicca ora!

 

Il progetto si pone in una strategia di diversificazione di mercato di Sicer che andrà ad integrare le proprie tecnologie e competenze nel campo ceramico con nuovi processi e conoscenze multidisciplinari in grado di tradursi in una crescita importante per l’azienda e un avanzamento tecnologico sostanziale per le filiere agroalimentare e dei materiali.

 

IO INVESTO QUI!

 

PROGETTO SOSTENUTO DALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

e REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON L’UNIVERSITà DEGLI STUDI PERUGIA ED IL CNR-ISTEC DI FAENZA (Istituto di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici).

   

 

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.
Aggiorna ora

×